eShop Logistic | Logistica e spedizioni per il tuo e-commerce

Lavora con noi

Vuoi lavorare con noi? Vuoi fare parte del nostro Team?

E’ attivo da qualche settimane il nuovo portale della Logistica ecommerce eShop Logistic Srl su Linkedin.

Questo social è sempre maggiormente importante nel mondo business e per la ricerca di lavoro.

Agli utenti e visitatori che volessero inviare le proprie candidature a ESL, consigliamo di accedere alla nostra pagina https://www.linkedin.com/company/eshop-logistic/ Linkedin e di inviare un proprio Curriculum Vitae via messaggio tramite questo social.

Un nostro responsabile HR analizzerà la vostra candidatura e nel caso di interesse ed allineamento con le candidature attualmente aperte, vi contatterà per fissare un primo colloquio.

Alternativamente, inviare richiesta di contatto attraverso il modulo specifico.

Ricordiamo che eShop Logistic Srl e’ una realtà specializzata in servizi di Logistica e Supply Chain (visitare i link per maggiori informazioni tecniche su queste attività – Wikipedia) integrate che spaziano da servizi di Fulfilment e-commerce a sevizi B2B ed omnichannel.

L’azienda fa fede su oltre 30 anni di esperienza nel settore della Logistica, Spedizioni e servizi a valore aggiunto (VAS) sul territorio nazionale ed internazionale.

I propri soci, infatti, vengono da importanti realtà logistiche e di gestione del personale di magazzino, mettendo a disposizione il proprio pacchetto di esperienza operativa, commerciale, imprenditoriale.

I nostri servizi di logistica Italia ed internazionale, prevedono numerosi servizi operativi. Di seguito ne elenchiamo alcuni:

  • Servizi di inbound – ricezione merci: scarico camion, scarico container, scarico mezzi groupage, scarico bancali, scarico colli, scarico capi appesi.

Controllo quantità e controllo qualità. Servizi di etichettatura e kitting, servizi a valore aggiunto on demand, put-a-way. Possibilità di servizi fotografici specifici per controllo merci.

  • Servizi di immagazzinamento e stoccaggio merci: stoccaggio merci su scaffali tipici per il settore eCommerce, stoccaggio su strutture per bancali, stoccaggio capi appesi ed affitto aree operative dedicate.
  • Servizi di approntamento e gestione degli ordini: prelievo articoli, picking, packing, azioni di imballaggio specifiche, fornitura di materiale di imballaggio, packaging e materiale di riempimento con la massima attenzione alla sostenibilità. Servizi specifici a valore aggiunto, pacchi regalo, pacchi natale, biglietti auguri, messaggistica e tanto altro.

La nostra logistica effettua servizi sia per il settore eCommerce, che retail, wholesale, omnichannel, metaverso (vedi Wikipedia).

Offriamo servizi logistici manuali su misura, ma anche automatizzati con utilizzo di strutture gestite da AI (vedi pagina Wikipedia) e robot o cobot (Vedi Wikipedia).

  • Servizi di trasporto e spedizione: spedizioni e trasporti a carico completi, FTL, carichi parziali, LTL, Groupage, spedizioni colli e buste, spedizioni espresse, spedizioni con sistemi postali e semi postali consolidati. Offriamo soluzioni di cross docking, drop shipping. I nostri servizi sono specifici per ecommerce B2C e B2B. Offriamo soluzioni di trasporto su misura con servizi a valore aggiunto quali same day delivery, spedizioni white gloves, spedizioni con contrassegno (COD – Cash on Delivery), soluzioni con assicurazione, servizi spedizioni urgenti e resi integrati. I nostri servizi vengono svolti in collaborazione con i piu’ importanti trasportatori e corrieri ma anche con servizi specifici locali.
  • Servizi di gestione resi: per i settori e-Commerce e retail, offriamo soluzioni specifiche per la gestione dei resi: scarico merci, ricezione, controllo qualità resi, controllo quantità resi, ripristino, rietichettatura, sostituzione imballi, pulizia, smacchiatura, stiraggio, vaporizzazione e tanti altri servizi su richiesta (VAS).
  • Soluzioni logistiche su misura: offriamo servizi di fulfillment sfruttando le nostre strutture esistenti, ma anche proponendo soluzione ex novo “Greenfield” o “Brownfield” ovvero identificando aree e magazzini nuovi o da costruire, settando nuovi servizi operativi, installando i nostri sistemi informatici ed eventuali automazioni. Inoltre, possiamo offrire soluzioni di outsourcing logistico: ovvero possiamo entrare all’interno dei magazzini dei nostri clienti, assumendone il personale, settando sistemi IT ed automazione. Offriamo inoltre soluzioni logistiche Marketplace.
  • Siamo altamente informatizzati: grazie ai nostri sistemi informatici e-commerce e B2B per la gestione delle attivita’ operative, utilizziamo sistemi in cloud WMS, TMS, CRM (vedi Wikipedia). Siamo disponibili ad utilizzare i sistemi IT dei nostri partner e clienti. Grazie alla nostra esperienza, e flessibilità evitiamo costi di set up insostenibili, poiché’ i nostri sistemi sono evoluti e non hanno bisogno di mesi di programmazione prima di essere pronti! Questo garantendo sicurezza e professionalità.
  • Assicurazioni: offriamo servizi di supply chain e logistica eCommerce Italia, logistica e-commerce Italia, e-commerce logistic italy, eCommerce Logistic Italy, fulfillment in Europa, spedizioni eCommerce con o senza assicurazione.
  • Network Internazionale: siamo parte di un network internazionale in grado di coprire numerose aree del Mondo ed aiutare i nostri clienti all’internazionalizzazione ed espansione dei propri servizi all’estero. Offriamo la possibilità di utilizzare un unico IT Backbone e grazie al nostro gruppo di intervento internazionale, portiamo la nostra esperienza ovunque nel mondo.
  • Logistica sostenibile: offriamo soluzioni super professionali nel rispetto della sostenibilità economica (prezzi concorrenziali), senza proporre costi di gestione logistica, costi di set up di magazzino, costi di project manager o costi di investimento (CAPEX) o costi operativi (OPEX) importanti: siamo disposti ad investire nella collaborazione con i nostri clienti e partner. La cura della sostenibilità è anche cura dell’ambiente, di conseguenza apportiamo la massima attenzione ai consumi, tipologia energia utilizzata, materiali di imballo e riempimento, gestione scarti e smaltimenti, attività di smartworking, ecc.
  • Varie: affiancamo i nostri clienti e partner fornendo assistenza e consulenza grazie al nostro pool di Key Accounts e Project Managers e mettendo a disposizione un Pannello di Controllo (Area Clienti) che permette la massima visibilità e trasparenza dei processi e servizi operativi da noi gestiti. Studiamo ogni progetto con utilizzo dei nostri Solution Designers e Logistic Engineers.
  • Industrie gestite: offriamo logistica Italia ed estera per varie industrie, quali: Consumer Products (Logistica Fashion, Logistica Moda, Logistica Cosmetica, Logistica prodotti dietetici, Logistica integratori alimentari, Logistica Lusso, Logistica articoli sportivi, Logistica calzature, Logistica accessori, Logistica materiale sportivo, Logistica bigiotteria e minuteria, ecc.), Tech (logistica articoli informatici, logistica accessori IT, logistica hardware, ecc.), Healthcare e Cibo secco (senza richieste di temperatura controllata o refrigerata).
  • Aree: eShop Logistic servizi logistica B2B e B2C offre i servizi in Italia, Europa, USA, Mondo.

Specialmente in Italia:

Logistica ecommerce Milano;

Logistica ecommerce Roma;

Logistica ecommerce Parma;

Logistica ecommerce Verona;

Logistica ecommerce Torino;

Logistica ecommerce Bologna;

Logistica ecommerce Firenze;

Logistica ecommerce Bari;

Logistica ecommerce Napoli;

Logistica e-commerce Milano;

Logistica e-commerce Roma;

Logistica e-commerce Parma;

Logistica e-commerce Verona;

Logistica e-commerce Torino;

Logistica e-commerce Bologna;

Logistica e-commerce Firenze;

Logistica e-commerce Bari;

Logistica e-commerce Napoli;

Logistica B2B Milano;

Logistica industriale Milano;

Logistica B2B Roma;

Logistica B2B Parma;

Logistica B2B Verona;

Logistica B2B Torino;

Logistica B2B Bologna;

Logistica B2B Firenze;

 

The new e-commerce logistics portal eShop Logistic Srl has been active for a few weeks on Linkedin.

This social network is increasingly important in the business world and for job searches.
For users and visitors who wish to send their applications to ESL, we recommend accessing our page https://www.linkedin.com/company/eshop-logistic/ Linkedin and sending their Curriculum Vitae via message via this social network.

One of our HR managers will analyze your application and, in case of interest and alignment with the currently open applications, will contact you to arrange an initial interview.
Alternatively, send a contact request via the specific form.

We remind you that eShop Logistic Srl is a company specialized in integrated Logistics and Supply Chain services (visit the links for more technical information on these activities – Wikipedia) ranging from e-commerce Fulfillment services to B2B and omnichannel services.
The company relies on over 30 years of experience in the logistics, shipping and value-added services (VAS) sector on the national and international territory.

Its members, in fact, come from important logistics and warehouse staff management companies, making their package of operational, commercial and entrepreneurial experience available.

Our Italian and international logistics services include numerous operational services. Below we list some of them:
• Inbound services – receiving goods: unloading trucks, unloading containers, unloading groupage vehicles, unloading pallets, unloading packages, unloading hanging items.
Quantity control and quality control. Labeling and kitting services, value added services on demand, put-a-way. Possibility of specific photographic services for goods control.

• Warehousing and storage services for goods: storage of goods on shelves typical for the eCommerce sector, storage on pallet structures, storage of hanging items and rental of dedicated operational areas.

• Order preparation and management services: item picking, picking, packing, specific packaging actions, supply of packaging material, packaging and filling material with the utmost attention to sustainability. Specific value-added services, gift packages, Christmas packages, greeting cards, messaging and much more.

Our logistics provides services for both the eCommerce, retail, wholesale, omnichannel and metaverse sectors (see Wikipedia).
We offer tailor-made manual logistics services, but also automated ones with the use of structures managed by AI (see Wikipedia page) and robots or cobots (See Wikipedia).

• Transport and shipping services: full load shipments and transport, FTL, partial loads, LTL, Groupage, package and envelope shipments, express shipments, shipments with consolidated postal and semi-postal systems. We offer cross docking, drop shipping solutions. Our services are specific for B2C and B2B ecommerce. We offer tailor-made transport solutions with value-added services such as same day delivery, white glove shipments, COD – Cash on Delivery shipments, solutions with insurance, urgent shipping services and integrated returns. Our services are carried out in collaboration with the most important transporters and couriers but also with specific local services.

• Returns management services: for the e-Commerce and retail sectors, we offer specific solutions for returns management: unloading of goods, reception, quality control of returns, quantity control of returns, restoration, relabelling, packaging replacement, cleaning, stain removal, ironing, vaporization and many other services on request (VAS).

• Tailor-made logistics solutions: we offer fulfillment services by taking advantage of our existing structures, but also by proposing ex novo “Greenfield” or “Brownfield” solutions, i.e. identifying new areas and warehouses or those to be built, setting up new operational services, installing our IT systems and any automations. Furthermore, we can offer logistics outsourcing solutions: that is, we can enter our customers’ warehouses, hiring staff, setting up IT systems and automation. We also offer Marketplace logistics solutions.

• We are highly computerized: thanks to our e-commerce and B2B IT systems for the management of operational activities, we use WMS, TMS, CRM cloud systems (see Wikipedia). We are available to use the IT systems of our partners and customers. Thanks to our experience and flexibility we avoid unsustainable set up costs, since our systems are advanced and do not need months of programming before being ready! This guarantees safety and professionalism

• Insurance: we offer supply chain and logistics services eCommerce Italy, e-commerce logistics Italy, e-commerce logistics Italy, eCommerce Logistics Italy, fulfillment in Europe, eCommerce shipments with or without insurance.

• International Network: we are part of an international network capable of covering numerous areas of the world and helping our customers to internationalize and expand their services abroad. We offer the possibility of using a single IT Backbone and thanks to our international intervention group, we bring our experience anywhere in the world.

• Sustainable logistics: we offer super professional solutions in compliance with economic sustainability (competitive prices), without proposing significant logistics management costs, warehouse set up costs, project manager costs or investment costs (CAPEX) or operating costs (OPEX) : we are willing to invest in collaboration with our customers and partners. Care for sustainability is also care for the environment, therefore we pay the utmost attention to consumption, type of energy used, packaging and filling materials, waste and disposal management, smart working activities, etc.

• Various: we support our customers and partners by providing assistance and consultancy thanks to our pool of Key Accounts and Project Managers and by providing a Control Panel (Customer Area) which allows maximum visibility and transparency of the operational processes and services managed by us . We study each project using our Solution Designers and Logistic Engineers.

• Managed industries: we offer Italian and foreign logistics for various industries, such as: Consumer Products (Fashion Logistics, Fashion Logistics, Cosmetic Logistics, Dietary Products Logistics, Food Supplements Logistics, Luxury Logistics, Sports Goods Logistics, Footwear Logistics, Accessories Logistics, Material Logistics sports, jewelery and small parts logistics, etc.), Tech (IT items logistics, IT accessories logistics, hardware logistics, etc.), Healthcare and Dry food (without requests for controlled or refrigerated temperatures).

• Areas: eShop Logistic B2B and B2C logistics services offers services in Italy, Europe, USA, World.
Especially in Italy:

– Milan e-commerce logistics;
– Rome e-commerce logistics;
– Parma e-commerce logistics;
– Verona e-commerce logistics;
– Turin e-commerce logistics;
– E-commerce logistics Bologna;
– Florence e-commerce logistics;
– Bari e-commerce logistics;
– Naples e-commerce logistics;
– Milan e-commerce logistics;
– Rome e-commerce logistics;
– Parma e-commerce logistics;
– Verona e-commerce logistics;
– Turin e-commerce logistics;
– E-commerce logistics Bologna;
– Florence e-commerce logistics;
– Bari e-commerce logistics;
– Naples e-commerce logistics;
– B2B logistics Milan;
– Industrial logistics Milan;
– B2B logistics Rome;
– B2B logistics Parma;
– B2B logistics Verona;
– B2B logistics Turin;
– B2B logistics Bologna;
– B2B logistics Florence;
– B2B logistics Bari;
– B2B logistics Naples;
– B2B logistics Milan;
– B2B logistics Rome;
– B2B logistics Parma;
– B2B logistics Verona;
– B2B logistics Turin;
– B2B logistics Bologna;
– B2B logistics Florence;
– B2B logistics Bari;
– B2B logistics Naples;
– Logistics and shipping in Italy;
– Logistics and transport Italy;
– Online logistics;
– Omnichannel logistics;
– Omnichannel logistics;
– Ecommerce logistics Italy;
– E-commerce logistics Italy;
– B2B logistics Italy;
– Fulfillment Italy;
– Fulfillment in Europe;
– Fulfillment for Europe;
– Fulfillment 4 Europe;

Intelligenza Artificiale (AI) nella Logistica

https://www.eshoplogistic.com Il settore della logistica ecommerce, retail, B2C, B2B, omnichannel, wholesale, ha subito una profonda trasformazione negli ultimi anni, guidato dalle interruzioni del settore e dall’ascesa di tecnologie all’avanguardia. Tra questi, l’intelligenza artificiale (AI) è emersa come una forza rivoluzionaria, rivoluzionando il modo in cui le aziende gestiscono e ottimizzano le proprie catene di approvvigionamento. La capacità dell’intelligenza artificiale di elaborare grandi quantità di dati, prendere decisioni intelligenti e prevedere i risultati l’ha resa uno strumento fondamentale nel settore logistico. Non sorprende che l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico (ML) saranno le tecnologie che con più probabilità verranno implementate entro il 2025.

Sebbene l’intelligenza artificiale abbia diverse applicazioni e vantaggi nella logistica, molte aziende ancora non riescono a sfruttare veramente il potenziale dell’intelligenza artificiale nelle proprie organizzazioni poiché perdono la parte più vitale della loro trasformazione digitale: un cambiamento nella mentalità e nel comportamento.

L’integrazione di intelligenza artificiale e robotica ha portato a progressi significativi nell’automazione dei magazzini. I robot basati sull’intelligenza artificiale possono smistare, prelevare, imballare e organizzare l’inventario in modo efficiente, accelerando il processo di evasione degli ordini. L’intelligenza è veramente “artificiale” in cui i magazzinieri possono essere sostituiti da robot per molte delle attività svolte. Inoltre, sensori e telecamere basati sull’intelligenza artificiale consentono il tracciamento e il monitoraggio in tempo reale dell’inventario, consentendo una migliore gestione dell’inventario e una riduzione delle perdite. Ciò crea un’abbondanza di nuovi dati in tempo reale nel magazzino che possono essere utilizzati per analisi predittive e controlli migliorati dei processi di magazzino. Di conseguenza, l’automazione del magazzino basata sull’intelligenza artificiale ha trasformato i magazzini tradizionali in centri di distribuzione efficienti e ad alta tecnologia in grado di tenere il passo con la velocità di evasione degli ordini necessaria nell’ambiente consumer di oggi e contribuire a migliorare l’esperienza del cliente.

L’automazione dei magazzini è particolarmente importante in un momento in cui vi è carenza di magazzinieri, minaccia di scioperi sindacali e costo sempre crescente del lavoro umano. “Molte aziende, che si affrettano a trovare lavoratori nel contesto del tasso di disoccupazione statunitense più basso dal 1969, vedono l’automazione come una soluzione rapida”. E quindi la necessità di applicare questa intelligenza artificiale in combinazione con la robotica non è più un’opportunità ma piuttosto una necessità. Nel 2024, i robot saranno utilizzati da poco meno della metà degli operatori medio-grandi di magazzini e centri logistici negli Stati Uniti. 

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services..

Per maggiori info: www.eshoplogistic.com

Supply Chain e Logistica Integrata

La Supply Chain è il viaggio interconnesso che le materie prime, i componenti e le merci intraprendono prima del loro assemblaggio e vendita ai clienti.

LA Supply Chain è costituita da parti interconnesse di un tutto, che si sommano tutte ai prodotti finiti acquistati dai clienti.

Prendiamo ad esempio le automobili.

Prima che un consumatore acquisti un’auto, il minerale di ferro viene estratto dalla terra. Il minerale viene trasportato in uno stabilimento, dove viene trasformato in acciaio, che viene trasformato nel telaio dell’automobile.

Per realizzare l’auto vengono assemblati vari componenti, dai motori alle batterie, ai componenti elettrici, ai pneumatici in gomma, alla carrozzeria in metallo e alla vernice.

Una volta prodotta, l’auto viene venduta al dettaglio al consumatore finale.

Questo è un buon esempio di diversi tipi di stakeholder della Supply Chain:

• produttori, che producono o coltivano le materie prime per i beni

• venditori, che acquistano e vendono materiali

• produttori, che trasformano i materiali in beni

• trasportatori, o fornitori di servizi logistici, che spostano tali merci in tutto il mondo

• gestori della Supply Chain, che garantiscono che le operazioni si svolgano senza intoppi in ogni aspetto, dalla pianificazione all’approvvigionamento delle materie prime, alla produzione, alla consegna e ai resi

• rivenditori, che vendono beni sia online che in negozi fisici

• consumatori, che acquistano e utilizzano tali beni e servizi

Qual è la differenza tra Value Chain e Supply Chain?

Una Supply Chain comprende tutte le materie prime e le parti che vengono trasformate in un prodotto e distribuite lungo la catena per la produzione e la vendita.

Al contrario, una Value Chain comprende tutti i singoli passaggi necessari per creare un prodotto commerciabile.

Ciò include non solo componenti fisici ma anche varie attività a valore aggiunto che potrebbero essere classificate come parte dell’”economia della conoscenza” – cose come innovazione, design, marketing e vendite – e che portano allo sviluppo di un prodotto pronto per i clienti .

Cos’è l’interruzione della catena di fornitura?

Quando qualsiasi anello di una catena di approvvigionamento non funziona in modo ottimale, si potrebbe dire che la catena di approvvigionamento è stata interrotta.

Possono emergere diverse problematiche. Ad esempio, un aumento dei costi dei materiali in entrata perché un materiale costa di più quest’anno rispetto all’anno scorso può avere importanti implicazioni sulla struttura dei costi di un’azienda.

Oppure le discrepanze tra domanda e offerta nel mercato del lavoro possono causare problemi operativi, ad esempio se le aziende di trasporto non riescono a trovare abbastanza persone disposte a guidare i camion per consegnare le merci.

Esistono cinque aree in cui le vulnerabilità della supply chain si manifestano più spesso:

• pianificazione e reti di fornitori

• sistemi di trasporto e logistica

• resilienza finanziaria

• complessità del prodotto

• maturità organizzativa

La ricerca suggerisce che le interruzioni della catena di fornitura che durano un mese o più si verificano ora in media ogni 3,7 anni. E queste interruzioni possono avere un prezzo elevato: costano all’organizzazione media il 45% dei profitti annuali nel corso di un decennio.

Quali sono alcuni rischi della Supply Chain?

Sebbene la pandemia di COVID-19 abbia causato il più grande shock nella catena di fornitura o nella catena del valore degli ultimi tempi, altri esempi abbondano.

L’invasione russa dell’Ucraina ha portato alla peggiore crisi umanitaria in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale, nonché interruzioni della catena di approvvigionamento in settori critici, tra cui l’agricoltura, l’automotive, l’energia e il cibo. I cambiamenti nell’ambiente e nell’economia globale hanno aumentato la frequenza e l’entità di questi shock.

Ad esempio, il terremoto e lo tsunami del 2011 in Giappone hanno chiuso le fabbriche di elettronica, e l’uragano Harvey del 2017 ha distrutto le raffinerie di petrolio e gli impianti petrolchimici statunitensi, portando infine alla carenza di alcune materie plastiche e resine fondamentali per diversi settori.

Si e’ classificato gli shock della Supply Chain in quattro diversi tipi, in base al loro impatto, tempi di consegna e frequenza con cui si verificano:

• Catastrofi impreviste. Si tratta di eventi storicamente notevoli che non possono essere previsti e che portano a perdite per trilioni di dollari. Gli esempi includono il terrorismo estremo e un attacco informatico sistemico.

• Catastrofi prevedibili. Gli shock in questa categoria sono di magnitudo simile a una catastrofe imprevista, ma differiscono in quanto modelli e probabilità più ampi possono guidare la preparazione generale. Gli esempi includono crisi finanziarie e conflitti militari globali.

• Interruzioni impreviste. Si tratta di eventi gravi e costosi, ma di portata inferiore rispetto alle catastrofi. Gli esempi includono violazioni dei dati, richiami di prodotti e incidenti industriali.

• Interruzioni prevedibili. Alcuni disagi possono essere individuati prima del loro arrivo. Gli esempi includono le controversie commerciali tra Cina e Stati Uniti e l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Le organizzazioni spesso si concentrano sulla gestione degli shock che vedono più spesso. La pandemia di COVID-19 ci ricorda che, sebbene i valori anomali siano rari, le organizzazioni devono comunque considerare tali possibilità quando prendono decisioni e mosse strategiche. Per la maggior parte delle organizzazioni, ciò significherà espandere l’attenzione di lunga data dei dirigenti della supply chain su costi (e utilizzo del capitale), servizio e qualità per includere tre nuove priorità: resilienza, agilità e sostenibilità.

In che modo l’inflazione influisce sulle Supply Chain?

L’inflazione può svolgere un ruolo nelle sfide della Supply Chain.

Quando si verifica l’inflazione, i costi dei materiali di input (come l’energia) possono aumentare sostanzialmente, con effetti negativi sui profitti e sulle perdite delle aziende. Un modo per adeguarsi è aumentare i prezzi (equamente) per i consumatori.

Le organizzazioni possono prendere decisioni più informate utilizzando una matrice di esposizione per valutare quali categorie dei loro prodotti sono esposte alle forze di mercato e se il mercato si sta gonfiando o sgonfiando.

Inoltre, le organizzazioni non sono necessariamente alla mercé dei fornitori che affermano di dover aumentare i prezzi in un mercato inflazionistico.

Cos’è la resilienza della catena di fornitura?

La resilienza si riferisce alla capacità di resistere, adattarsi e prosperare di fronte a shock interni ed esterni, sia noti che sconosciuti.

Più specificamente, la resilienza operativa, che comprende le Supply Chain, riguarda le aziende che mantengono una solida capacità produttiva in grado di accogliere i cambiamenti della domanda e rimanere stabili in caso di interruzioni, senza lasciare che la qualità diminuisca.

Quando si tratta di gestione della supply chain, ci sono tre passaggi che le organizzazioni possono adottare per tenere conto dell’incertezza a lungo termine e dei possibili sconvolgimenti:

• Antincendio. Si riferisce ad azioni quotidiane a breve termine che possono aiutare a identificare le lacune della catena di fornitura precedentemente trascurate. Queste tattiche, tuttavia, non rafforzano la resilienza, quindi dovrebbero essere utilizzate solo in combinazione con riforme più complesse e a lungo termine.

• Integrazione e razionalizzazione delle operazioni. Qui, tre azioni possono essere fondamentali per costruire catene di approvvigionamento resilienti:

o creare un centro nevralgico per consolidare le risposte organizzative

o simulare e pianificare interruzioni estreme della domanda e dell’offerta

o rivalutare le strategie di inventario just-in-time

• Raggiungere la resilienza strutturale. Le risposte rapide sono più facili da ottenere, ma se l’obiettivo è la resilienza a lungo termine, le seguenti tecniche possono aiutare:

o costruire un gemello digitale delle parti più critiche della catena di fornitura, consentendo simulazioni e casi di test

o creare e testare scenari “what if”.

o aumentare la condivisione dei dati con i fornitori

o considerare di isolare una piccola parte del team della catena di fornitura

Altri fattori, come la trasparenza per più livelli di fornitori, saranno cruciali per la gestione del rischio della catena di fornitura. Per fare solo un esempio, sfruttare gli strumenti digitali, sviluppare competenze e chiarire i processi ha aiutato un attore del settore aerospaziale che cercava di aumentare la resilienza della propria catena di fornitura.

Come funzionano le grandi organizzazioni della supply chain?

La gestione della Supply Chain (e le operazioni, più in generale) è ora una preoccupazione a livello di CEO. Alcune delle domande operative strategiche che i CEO hanno nella loro agenda includono quanto segue:

• Siamo in grado di soddisfare la domanda dei clienti sia oggi che domani?

• Dovremmo aumentare la capacità per prepararci a una crescita rapida e prolungata o ridurla per prepararci a un rallentamento?

• Dove troveremo lavoratori qualificati ed esperti di digitale?

• Come possiamo decarbonizzare, ridurre al minimo il rischio normativo e rimanere in attività?

Gli sforzi incrementali non sono sufficienti per catturare il pieno potenziale e approfondire la giusta struttura della catena di fornitura e le giuste impronte fisiche è un punto di partenza fondamentale. Anche se ci vorrà del tempo per adattare le catene di fornitura o del valore (date le sfide legate alla ricerca e alla qualificazione di fornitori alternativi e alla costruzione di nuovi stabilimenti), dare uno sguardo nuovo alle reti e alle strutture della catena di fornitura può aiutare le aziende ad andare avanti.

Ecco un esempio dal settore automobilistico. La ricerca ha scoperto che gli stabilimenti fornitori di medie dimensioni con 1.000-1.500 dipendenti avevano quasi il doppio delle probabilità rispetto alle controparti più grandi o più piccole di raggiungere il quartile più alto in termini di produttività. Pertanto, dividere la produzione tra più stabilimenti anziché in un’unica megafabbrica potrebbe aiutare un’azienda ad avvicinarsi ai clienti e a ridurre i rischi legati alla localizzazione (ad esempio, chiusure indotte dalle condizioni meteorologiche).

Le scelte sulla progettazione della catena di fornitura non faranno miracoli. Nella ricerca non esiste alcuna correlazione tra gli archetipi organizzativi della catena di fornitura e le prestazioni di bilancio. Ma una varietà di meccanismi organizzativi può integrare la struttura e contribuire a portare a risultati positivi. Un sondaggio ha rilevato sei indicatori di ottimi team della supply chain, tutti correlati a un miglioramento dell’EBITDA:

• coordinamento end-to-end

• diritti decisionali

• parametri di prestazione

• coesione sociale

• mobilità professionale

• crescita delle capacità

Cosa sono le Supply Chain digitali?

Poche aziende affermate hanno completamente digitalizzato le proprie operazioni end-to-end.

Ma la digitalizzazione può essere una soluzione fattibile alle sfide operative riscontrate in molte aziende e settori. L’Industria 4.0, o Quarta Rivoluzione Industriale (4IR), descrive l’impatto che l’aumento della connettività, dell’automazione e altro ancora hanno avuto sulla tecnologia, sull’industria e sulla società. In un sondaggio condotto su oltre 400 produttori globali, oltre il 90% degli intervistati ha affermato che l’Industria 4.0 li ha aiutati a sostenere le loro attività durante la crisi COVID-19; oltre la metà ha affermato che la trasformazione digitale è stata cruciale per la risposta alla pandemia.

La digitalizzazione, compresa l’analisi avanzata, l’automazione e l’apprendimento automatico, può aiutare le operazioni a diventare più produttive, flessibili e orientate alla velocità. Tali approcci hanno prodotto risultati concreti per alcune organizzazioni leader, ad esempio riducendo le scorte e il costo delle merci vendute del 30%, abbassando il costo della qualità del 50% e migliorando liquidità e produttività del 30%. I sondaggi suggeriscono inoltre che la digitalizzazione e l’adozione delle tecnologie dell’Industria 4.0 possono aumentare l’ecoefficienza nelle catene di approvvigionamento.

Mentre alcune organizzazioni leader hanno già realizzato il valore della digitalizzazione, altre sono in ritardo. Modernizzare l’IT della supply chain, ad esempio per migliorare i sistemi di previsione e pianificazione della domanda, può avere un effetto potente. Per le organizzazioni che desiderano potenziare l’IT per la pianificazione della supply chain, tre passaggi possono aiutare:

• Riprogettazione dei processi.

• Selezionare i fornitori.

• Creare una road map di implementazione.

Nel complesso, questi cambiamenti possono avere un impatto significativo, soprattutto quando supportano un’implementazione di successo della pianificazione aziendale integrata (IBP). Rispetto alle organizzazioni che non dispongono di un processo IBP ben funzionante, il professionista medio IBP maturo realizza uno o due punti percentuali aggiuntivi nell’EBIT. I livelli di servizio sono più alti di 5-20 punti percentuali. I costi di trasporto e l’intensità del capitale sono inferiori dal 10 al 15%, mentre le penalità di consegna ai clienti e le mancate vendite sono inferiori dal 40 al 50%. La tecnologia IBP e la disciplina dei processi possono inoltre aumentare la produttività dei pianificatori dal 10 al 20%.

In che modo una Supply Chain influisce sulla sostenibilità?

Gestire l’impatto ambientale di un’operazione in modo olistico può aiutare ad affrontare le questioni ambientali, sociali e di governance in modo più ampio. E il primo passo è spesso comprendere il potenziale impatto della promozione dell’ecoefficienza.

All’interno delle catene di fornitura o del valore, il clean-sheeting delle risorse può aiutare a progettare prodotti economicamente vantaggiosi e a riduzione delle emissioni di carbonio. Progettisti, ingegneri e acquirenti potrebbero utilizzare questo approccio per identificare i fattori che influenzano i costi e le emissioni di un determinato prodotto o servizio lungo l’intero flusso di valore e durante tutto il suo ciclo di vita.

Più in generale, diverse aziende stanno pensando a come decarbonizzare le proprie catene di fornitura, concentrandosi sulle emissioni Scope 3, ovvero sulle emissioni generate a monte e a valle della catena del valore. Questa categoria di emissioni può rappresentare l’80% dell’impatto climatico complessivo di molte aziende. Consideriamo i risultati che Interface, un produttore di tappeti in Europa, ha ottenuto da quando ha fissato il suo obiettivo di missione zero all’inizio degli anni ’90: da allora ha ridotto l’impronta di gas serra delle sue operazioni del 96% e ha ridotto l’intensità di carbonio dei suoi prodotti del 69%. per cento.

In particolare, le aziende di beni di consumo stanno facendo passi da gigante nella preparazione per un futuro sostenibile, trasformando le operazioni aziendali lungo l’intera catena di fornitura.

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com

Servizi Logistici Italia – Logistic Services Italy

La logistica è il processo di trasporto delle merci tra il punto di origine e il punto di consumo.

Comprende la gestione dell’intero processo della catena di fornitura, che comprende materie prime e altri input, produzione, inventario, distribuzione e servizio clienti per soddisfare la domanda dei clienti in modo efficiente.

La logistica è vitale perché può essere utilizzata per ridurre i costi e aumentare i profitti migliorando l’efficienza della catena di fornitura di un’azienda.

Aiuta anche a soddisfare la soddisfazione dei clienti infermieristici fornendo loro rapidamente i prodotti.

Cos’è un fornitore di servizi logistici e quali sono le funzioni di base di un fornitore di servizi logistici?

I fornitori di servizi logistici vengono utilizzati nella gestione della catena di fornitura per garantire che le merci e i prodotti vengano consegnati in tempo e in modo economicamente vantaggioso. Forniscono una vasta gamma di servizi, tra cui imballaggio, immagazzinamento, trasporto, controllo dell’inventario e distribuzione.

I fornitori di servizi logistici offrono un’ampia gamma di servizi relativi allo spostamento di merci da un luogo a un altro fornendo servizi di magazzinaggio, trasporto, controllo dell’inventario e distribuzione. Spesso collaborano con altre organizzazioni per garantire che la consegna sia tempestiva ed economicamente vantaggiosa.

Tipi di fornitori di servizi logistici

I fornitori di servizi logistici (es. eShop Logistic) sono la spina dorsale del settore logistico. Forniscono vari servizi come spedizionieri, fornitori di servizi logistici di terze parti e fornitori di servizi di consegna.

Esempi di servizi di logistica:

Scarico container

Scarico merci sfuse

Scarico colli

Scarico bancali

Scarico scatole

Scarico capi appesi

Controllo di qualità

Controllo quantità

Put away

Stoccaggio a bancale

Stoccaggio master carton

Stoccaggio a colli o scatole

Stoccaggio su scaffali

Stoccaggio capi appesi

Stoccaggio a unità singola

Conteggio del ciclo periodico

Stoccaggio in pick tower o mezzanin

Automazione, Intelligenza Artificiale

Autostore

Open Shuttle

Conveyor

Auto packaging systems

Picking

Prelievo

Imballaggio

Packing

Servizio Imballaggio

Gestione Ordini

Gestione Spedizioni

Spedizioni carico parziale

LTL

Spedizioni carico completo

FTL

Spedizioni colli o scatole

Spedizioni espresse

Spedizioni postali

Spedizioni navali

Spedizioni e Trasposto mezzo camion, aereo, container, navali

Servizi a valore aggiunto

Servizi di logistica

Servizi di fulfillment

Servizi supply chain

Gestione dei resi

Controlli Quantita’

Controlli Qualita’

Kitting e gestione kit

Etichettatura

Stiratura

Vaporizzazione

Pulizia

eShop Logistic Srl

Pulitura

Smacchiamento

TMS

WMS

ERP

CRM

Ricondizionare

Cross Docking

Drop Shipping

Imballaggio in cartoni

Imballaggio in buste

Logistica ecommerce

Logistica B2C

Logistica B2B

Logistica per retail

Wholesale

Omnichannel

Metaverso

Ecommerce Logistic

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: www.eshoplogistic.com

RFI, RFQ e RFP Logistici: qual è la differenza?

https://www.eshoplogistic.com Se hai lavorato per un certo periodo di tempo come fornitore di un’azienda B2B, probabilmente sei abituato a ricevere richieste di proposta da clienti interessati ai tuoi prodotti e servizi.

Abbreviazione di “richiesta di proposta”, una RFP è un documento che un’azienda alla ricerca di servizi di livello aziendale può utilizzare per ottenere una panoramica delle offerte e dei costi di diversi fornitori contemporaneamente. Se un fornitore partecipa a una RFP, risponde a una serie di domande su prodotti, servizi, metodologia e costi necessari per soddisfare le esigenze dell’azienda.

Un problema che affligge la moderna RFP è che, in molti casi, non si tratta affatto di una RFP. È diventato un termine generico applicato a RFP, RFI e RFQ. Tutti e tre hanno alcune caratteristiche in comune, ma ognuno presenta chiare distinzioni e la comprensione di tali distinzioni migliorerà notevolmente il processo di selezione durante la ricerca di un fornitore. Ecco una carrellata delle distinzioni di ciascun documento e delle indicazioni su quando utilizzarlo:

RFI

Abbreviazione di “richiesta di informazioni”, la RFI è in realtà un documento preliminare utilizzato dalle aziende che non comprendono il mercato in cui stanno per entrare.

Poiché la RFI è più un documento conoscitivo, ti consigliamo di porre domande aperte, che consentano al venditore di parlare della sua gamma completa di offerte.

In genere, la RFI indicherà le sfide aziendali generali che stai affrontando e quindi il fornitore potrà personalizzare la sua risposta nel contesto di tali sfide. Spesso, il venditore spiega la sua posizione sul mercato (ad esempio, in quali settori è specializzato), come concede in licenza il suo prodotto e quali altre tariffe puoi aspettarti.

Richiesta di offerta

Una RFP, “Richiesta di proposta”, è un documento che chiede ai fornitori di proporre soluzioni ai problemi o ai requisiti aziendali di un cliente. Una RFP è solitamente ciò che segue una RFI; infatti, è raro che un’azienda passi da una RFI a una RFQ (per ragioni che diventeranno chiare di seguito). Una RFP dovrebbe contenere molta più specificità in termini di quali sono le esigenze di un’azienda, delineando gli obiettivi aziendali per il progetto e identificando i requisiti specifici necessari per il lavoro richiesto. La chiave di questo documento è che ci siano dettagli sufficienti per fornire ai fornitori il contesto di cui hanno bisogno per proporre una soluzione valida, ma deve comunque consentire un margine di manovra sufficiente affinché i fornitori possano applicare creatività e migliori pratiche per soddisfare tali esigenze.

Richiesta di offerta

Abbreviazione di “richiesta di preventivo”, la RFQ è un documento ancora più dettagliato che approfondisce le specifiche esatte richieste dall’azienda. In una situazione in cui una richiesta di offerta viene utilizzata per un progetto software B2B, l’azienda sa abbastanza del suo sistema attuale e esattamente come intende cambiarlo o migliorarlo in futuro.

A differenza della RFP, che consente al fornitore la flessibilità di suggerire soluzioni creative al problema, un’azienda che distribuisce una RFQ non cerca creatività. In genere, la richiesta di offerta contiene una tabella che elenca ciascun requisito e quindi chiede al fornitore di valutare la propria capacità di soddisfare tale requisito. Il fornitore specificherà quindi se può soddisfare i requisiti immediatamente, se richiederà qualche configurazione, se richiederà del codice personalizzato o se richiederà l’utilizzo di un fornitore di terze parti.

Qual è il migliore?

Come fornitore, affronto questo problema con alcuni pregiudizi, ma preferisco il percorso RFI-RFP rispetto a una RFQ. Perché? In genere, i clienti che si rivolgono a noi con una richiesta di offerta tendono ad avere una mentalità chiusa nel loro approccio. Poiché non ti stai aprendo alla creatività e alla conoscenza istituzionale accumulata dal venditore, stai sostanzialmente segnalando che non vuoi imparare nulla di nuovo, né vuoi aprirti a nuovi approcci.

Nella mia esperienza, molti clienti chiamano erroneamente le loro richieste di offerta come RFP, ma quando si risponde non è consentito “proporre” una varietà di soluzioni e avere successive conversazioni sulle opzioni proposte, che è lo scopo di una RFP. In questi casi, ti viene semplicemente chiesto di compilare un elenco di requisiti e fornire costi dettagliati per ciascuna voce, che per definizione è semplicemente una richiesta di offerta.

Una richiesta di offerta è appropriata per un progetto in cui si sta aggiungendo o potenziando un sistema esistente.

Tuttavia, ritengo che l’approccio RFQ sia inappropriato per un progetto in cui si prevede di implementare un sistema completamente nuovo.

Puoi facilmente cadere nella trappola di chiedere ai fornitori di fornirti un sistema che faccia esattamente quello che fa il tuo sistema attuale. Se è così, allora devi innanzitutto esaminare attentamente il motivo per cui stai implementando un nuovo sistema e assicurarti che i tuoi obiettivi aziendali siano in linea con gli obiettivi del tuo progetto.

In genere, stai cercando di implementare un nuovo sistema perché quello che stai utilizzando oggi non soddisfa le tue esigenze. Se è davvero così, come puoi sapere quali sistemi disponibili soddisferanno le tue esigenze a meno che tu non conceda ai fornitori la flessibilità di discutere i tuoi attuali processi aziendali in modo collaborativo?

Se pubblichi semplicemente un elenco di esigenze dettagliate in base a ciò che fai oggi, otterrai risposte in cui i fornitori cercano di adattare le loro soluzioni per soddisfare tale elenco e perdere l’opportunità di cambiare veramente la tua attività in meglio. La mentalità della RFQ, in breve, mina alcuni dei cambiamenti positivi che puoi vedere nei tuoi processi aziendali nel loro insieme. E chiudere un occhio di fronte al cambiamento è la strada più rapida verso l’obsolescenza di un’azienda.

Per maggiori info: 

Cosa sono i beni di consumo (Consumer Products)?

I beni di consumo sono prodotti acquistati per il consumo da parte del consumatore medio. Chiamati anche beni finali, i beni di consumo sono il risultato finale della produzione e della manifattura. Prodotti di moda, cosmetici, prodotti di bellezza, calzature, orologi, prodotti dietetici, prodotti alimentari e lavastoviglie sono esempi di beni di consumo comuni.

Tipi di beni di consumo

I beni di consumo, detti anche beni al dettaglio, comprendono quasi tutti i prodotti venduti al dettaglio. Questi beni sono fabbricati con l’intenzione di venderli al consumatore finale. I beni durevoli sono beni di consumo che hanno una durata di vita superiore a tre anni e vengono utilizzati ripetutamente nel tempo. Le biciclette e i frigoriferi sono considerati beni durevoli. I beni di consumo di base come cibo, bevande, prodotti per l’igiene personale e l’abbigliamento sono spesso beni di consumo acquistati.

I beni non durevoli vengono consumati in meno di tre anni, vengono comunemente utilizzati una sola volta e comprendono alimenti e bevande confezionati o detersivi per il bucato. I beni di servizio includono articoli come le riparazioni auto e i tagli di capelli che sono beni di consumo immateriali.

Esempi di beni di consumo (Consumer goods):

Articoli Moda, Fashion, Apparel, Abbigliamento, Calze, Collant, Maglioni, Magliette, T-Shirt, Guanti, scarpe, calzature, slip, mutande, canottiere, camicie, giacche, cappelli, cuffie, reggiseni, grembiuli, ecc.

Oggettistica: occhiali, braccialetti, orecchini, piercing, collane, articoli bigiotteria e gioielleria, occhiali da sole.

Prodotti cosmetici, per la cura della bellezza, prodotti dietetici, integratori alimentari, trucchi.

Prodotti del lusso.

Articoli sportivi.

Cibo, articoli secchi, bevande, acqua, prodotti della carta.

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com

Cosa è la logistica?

La logistica si riferisce al processo complessivo di gestione del modo in cui le risorse vengono acquisite, immagazzinate e trasportate alla loro destinazione finale. La gestione della logistica implica l’identificazione di potenziali distributori e fornitori e la determinazione della loro efficacia e accessibilità. I responsabili della logistica sono indicati come logisti.

“Logistica” era inizialmente un termine di carattere militare utilizzato in riferimento al modo in cui il personale militare otteneva, immagazzinava e spostava attrezzature e forniture.1 Il termine è ora ampiamente utilizzato nel settore commerciale, in particolare dalle aziende dei settori manifatturieri, per riferirsi a come le risorse vengono gestite e spostate lungo la catena di fornitura.

Considerazioni speciali

I compiti di cui è responsabile un logista variano a seconda dell’azienda. Le responsabilità primarie includono la supervisione e la gestione dell’inventario organizzando il trasporto appropriato e l’adeguato stoccaggio dell’inventario.

Un logista qualificato pianifica il processo logistico e coordina le fasi man mano che le scorte e le risorse si spostano lungo la catena di approvvigionamento.

La formazione specializzata nella gestione della catena di fornitura e nella logistica spesso comprende corsi di base o opzionali, o anche programmi di studio distinti, nella formazione aziendale. Una laurea in economia che enfatizzi queste competenze o, in alcuni casi, una laurea tecnica in analisi di sistemi o gestione di database, è solitamente necessaria per iniziare quella che è spesso una carriera ben retribuita come logista.

Che cos’è la logistica negli affari?

Negli affari, la logistica è il processo di trasporto e stoccaggio di materie prime, prodotti finiti, inventario e altre risorse. La logistica in un’azienda è generalmente costituita da molti componenti, tra cui il servizio clienti, la previsione della domanda, lo stoccaggio, la movimentazione dei materiali, il controllo dell’inventario, l’elaborazione degli ordini e il trasporto.

Perché la logistica è importante?

La logistica è fondamentale per i profitti di un’azienda. Consente la circolazione di materiali o merci, la soddisfazione dei contratti e l’adempimento dei servizi. Una gestione logistica efficace garantisce un movimento regolare lungo la catena di fornitura e può fornire un vantaggio competitivo.

Quali lavori sono disponibili nel settore della logistica?

Le carriere nella logistica possono includere camionista, rappresentante del servizio clienti, spedizioniere, agente di trasporto, responsabile della catena di fornitura, analista dei trasporti, responsabile degli appalti, logista e responsabile delle operazioni, tra gli altri. Una laurea in logistica o amministrazione aziendale sarà utile per molti ruoli nel settore della logistica, compreso quello di logista, una carriera che si prevede crescerà molto più rapidamente della media.4

La linea di fondo

Quando un’azienda ottimizza la propria logistica, migliora l’efficienza lungo tutti i punti della catena di fornitura. Capire come portare la risorsa giusta nel posto giusto al momento giusto può essere un elemento di differenziazione per un’azienda, poiché aggiunge valore al cliente e allo stesso tempo riduce i costi e aumenta i profitti.

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com

Cos’è il Fulfillment?

Per Fulfillment si riferisce al processo di preparazione e consegna dell’ordine di un cliente. Mentre le società di cataloghi e le operazioni più grandi in genere sono attrezzate per gestire da sole l’evasione degli ordini dei clienti, le società di e-commerce e le piccole imprese spesso affidano questo aspetto dell’attività ad aziende specializzate nell’evasione.

Il Fulfillment si riferisce al processo di preparazione e consegna dell’ordine di un cliente. Mentre le società di cataloghi e le operazioni più grandi in genere sono attrezzate per gestire da sole l’evasione degli ordini dei clienti, le società di e-commerce e le piccole imprese spesso affidano questo aspetto dell’attività ad aziende specializzate nell’evasione dell’e-commerce.

Il processo di Fulfillment

Spedire l’ordine di un cliente spesso comporta molto più che semplicemente metterlo in una scatola e consegnarlo all’ufficio postale. Le società di logistica si occupano di:

• Immagazzinare o immagazzinare il prodotto oi suoi componenti

• Produzione o assemblaggio del prodotto, ad esempio fotocopiare pagine di un raccoglitore di materiali o copiare un CD da spedire

• Imballaggio dell’ordine in una busta o in una scatola

• Etichettatura dell’ordine per la spedizione

• Spedendolo utilizzando uno dei principali corrieri, come FedEx, UPS o il servizio postale

• Avvisare il cliente via e-mail che il suo ordine è in arrivo

• Elaborazione dei pagamenti e trasferimento di fondi all’azienda

Ha senso esternalizzare?

Per molte piccole imprese, la decisione di esternalizzare dipende dal tempo. Non solo se hanno il tempo di preparare e spedire gli ordini dei clienti, ma se riescono a spedirli in modo tempestivo e coerente.

Se all’improvviso ricevi un grande afflusso di ordini, la tua azienda dispone delle risorse per produrre, imballare e spedire tutti gli ordini abbastanza rapidamente da soddisfare i clienti? Oppure ha più senso affidare l’intero processo, e la responsabilità, a un’azienda specializzata in fulfillment?

L’altro problema è lo spazio. La tua azienda ha lo spazio disponibile per immagazzinare quantità dei tuoi prodotti per soddisfare la domanda dei clienti? Oppure è meglio destinare quello spazio a qualche altro uso? Solo tu puoi rispondere a questo.

Un’altra considerazione è la qualità costante. La tua azienda è in grado di fornire costantemente ai clienti la stessa qualità affidabile del prodotto finito? Oppure uno specialista dell’adempimento sarebbe in grado di farlo meglio? Potrebbe dipendere dall’azienda.

Come vengono pagate le aziende di fulfillment?

Ogni centro logistico ha una struttura tariffaria e capacità diverse. Alcuni possono gestire articoli di moda, cosmetici, prodotti di bellezza, integratori alimentari, prodotti dietetici, calzature o masterizzare CD e DVD, mentre altri possono immagazzinare prodotti finiti e spedirli come ordinato.

Molte società di logistica addebiteranno costi per pezzo fino a una quantità prestabilita, in modo che tu possa confermare in anticipo che ogni ordine sarà comunque redditizio per te, anche dopo la spedizione. Maggiore è la quantità, minore è il costo per pezzo.

Qual è un esempio di processo di evasione degli ordini?

Un esempio di processo di evasione dell’ordine sarebbe il seguente:

1. Ricevi ordine: l’ordine viene ricevuto dal cliente e inserito nel sistema.

2. Pick and pack: gli articoli ordinati vengono prelevati dal magazzino e imballati in scatole.

3. Fattura: viene creata una fattura per il cliente.

4. Spedizione: l’ordine viene spedito al cliente.

5. Conferma della consegna: il cliente viene informato della consegna e gli viene chiesto di confermare la ricezione.

6. Chiudi ordine: l’ordine viene contrassegnato come completato nel sistema.

Qual è la differenza tra spedizione e Fulfillment?

La spedizione è il processo di trasporto di merci da un luogo a un altro. Il Fulfillment è il processo volto a garantire che tutte le misure necessarie siano intraprese per consegnare la merce al cliente. Ciò include l’imballaggio, l’etichettatura e l’organizzazione della consegna della merce da parte di un corriere. Implica anche la fornitura del servizio clienti, il monitoraggio degli ordini e la gestione dei resi.

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com

Servizi a Valore Aggiunto – Value Added Services (VAS)

Un buon partner di logistica ecommerce Italiano (e-commerce logistic Italy) deve avere la possibilità di dare soluzioni anche in altre nazioni sia Europee che extra Europee: logistica ecommerce Germania, logistica e-commerce Francia, logistica ecom Spagna, ecommerce fulfillment UK. Di particolare interesse avere soluzioni di logistica ecommerce negli USA (Stati Uniti ecommerce fulfillment and logistics).

Importante la possibilità del ecommerce logistic Italia di potersi integrare con numerose piattaforme di vendita online quali: Koomo Logistic, Salesforce Logistic, Magento Logistic, Prestashop Logistic, Adobe Logistic, Oracle Logistic, ecc.

Inoltre l’e-commerce (vendite online) provider Italy deve avere ottime relazioni con agenzie di full outsourcing (full out sourcing).

Logistic project manager, Logistic account manager devono essere d’assistenza al merchant.

Queste appena esposte sono solo alcune veloci nozioni a ruota libera della gestione operativa di un 3 PL ecommerce.

I benefici tecnologici ed operativi della Logistica B2C (D2C) devono essere applicati anche alla gestione B2B ed omnichannel (omnicanalità).

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com

Gestione dei Resi – Returns Management

La logistica ecommerce deve essere anche specializzata nella gestione dei resi.

L’ecommerce fulfillment provider deve essere in grado, se richiesto, di fornire soluzioni per le spedizioni dei resi dal cliente finale al proprio DC.

Le spedizioni di reso, verranno scaricate, ricevute, posizionate in area di accettazione.

I colli/buste verranno aperti e processati come da accordi con il merchant: gli articoli resi verranno scansionati, controllati e nel caso verrà eseguito il controllo qualità di vari livelli.

La gestione dei resi ecommerce può prevedere il ricondizionamento, stiraggio, etichettatura, reimballaggio, pulizia, smacchiamento, ecc.

I resi vendibili verranno poi posizionati nella nuova ubicazione di prelievo, pronti per una nuova vendita online.

I resi non vendibili verranno messi in una zona di quarantena, oppure su accordo con merchant inviati per lo smaltimento o riparazione.

Servizio fotografico a disposizione per trasmettere lo status dei resi ecommerce al venditore online.

VAS sono possibili in fase di controllo dei resi da vendite online.

eShop Logistic logistica ecommerce, logistica retail, logistica omnichannel, magazzinaggio, stoccaggio, spedizioni, trasporti, gestione resi, servizi a valore aggiunto, logistica italia. Ecommerce logistic, retail logistic, omnichannel logistic, warehousing, storage, shipments, transportation, return management, returns management, logistic italy, value added services.

Per maggiori info: https://www.eshoplogistic.com